Informazioni utili: l'Isola di Pianosa



Pianosa, oggi parte integrale e integrante del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano. Il nome si riferì, sin dall'antichità classica, alla sua morfologia pianeggiante: Planasia, dall'aggettivo latino "planus" (piatto). Durante il medioevo, il nome si trasformò in Planosa e poi per tutti diventò PIANOSA.

Isola di Pianosa


Pianosa una delle sette isole che compongono l'Arcipelago Toscano, la sua superficie misura circa 10,3 kmq, si trova a circa 13 km a sud-est dell'isola d'Elba, alla quale è collegata con regolari servizi di navigazione.

Pianosa, come dice il nome stesso è l'unica isola dell'Arcipelago ad essere completamente pianeggiante, infatti il punto più alto misura appena 30 metri dal livello del mare.

L'isola vista dall'alto si presenta sotto forma triangolare, con tratti di costa rocciosi e frastagliati, ed alcune insenature con tratti sabbiosi, la principale è la suggestiva Cala San Giovanni, spiaggia di sabbia bianca dove sono visibili i ruderi di epoca Romana della villa "Bagni Agrippa".

Isola d'Elba Isola d'Elba


L'Isola, oltre che per la sua suggestiva bellezza, è conosciuta anche per essere stata una colonia penale agricola istituita dal Granducato di Toscana nel 1856. La colonia rimase in attività fino al 1968, anno in cui venne trasformata in penitenziario di massima sicurezza e la rimanente popolazione dell'isola venne evacuata.

L'attività del supercarcere venne a diminuire e nel 2009 cessò definitivamente mentre le attività dell'istituto continuarono fino al 2011, data in cui cessò il divieto assoluto di sbarco che da un lato aveva impedito l'insediamento del turismo sull'isola, ma nel contempo aveva garantito il mantenersi intatto delle bellezze naturali.